ASSOCIAZIONE O.N.L.U.S. FERITI E VITTIME DELLA CRIMINALITà E DEL DOVERE

FERVI[damente] CREDO nella solidarietà

 
News
Saturday, October 12, 2019
A Casal di Principe una scuola dedicata al carabiniere Salvatore Nuvoletta, Vittima del Dovere

È stata inaugurata oggi a Casal di Principe (Caserta) la nuova scuola dell'infanzia "Salvatore Nuvoletta", costruita su un terreno di oltre 1.700 metri quadrati sottratto alla criminalità organizzata. È la seconda scuola dell'infanzia sorta a Casal di Principe su un bene confiscato alla camorra, dopo quella inaugurata nel maggio 2018 e intitolata Maria Montessori. La scuola "Salvatore Nuvoletta", intitolata al carabiniere ucciso dai Casalesi, vittima innocente e insignito della medaglia d'oro al merito civile per aver sacrificato la sua vita per contrastare le organizzazioni criminali, può ospitare circa 120 bambini, che già nei prossimi giorni potranno trasferirsi nelle aule. La cerimonia di inaugurazione si è svolta alla presenza del sindaco Renato Natale e dell'intero Consiglio comunale, oltre a numerosi bambini ed esponenti del mondo scolastico, della magistratura e dell'Arma. All'evento hanno partecipato anche i rappresentanti di Invitalia che, nel ruolo di centrale di committenza per il Comune di Casal di Principe, ha gestito la gara d'appalto per l'affidamento dei lavori, alla quale hanno partecipato 174 operatori e che è stata aggiudicata per un importo di circa 734.000 euro. I lavori hanno consentito, dopo la demolizione di un fabbricato preesistente, la costruzione di tre unità pedagogiche su due livelli con annesse aree interne ed esterne per realizzare laboratori educativi, locali per la mensa e aree di servizio, nonché servizi igienici e spazi per l'amministrazione.



Saturday, October 05, 2019
Agenti uccisi a Trieste, Fervicredo vicina ai Familiari.

“Conosciamo e condividiamo il loro dolore. E’ una tragedia immane e chi è responsabile deve pagare in maniera severissima”
Siamo profondamente, totalmente sconvolti per quanto accaduto a Trieste, dove ancora una volta si è consumata una tragedia immane ai danni di Servitori dello Stato intenti a svolgere il proprio Dovere. La nostra vicinanza e la nostra solidarietà vanno ai Familiari dei due agenti deceduti, ed anche al loro collega rimasto ferito.


Wednesday, September 11, 2019
Permesso all’assassino di Della Corte per i suoi 18 anni!

Fervicredo: “Un premio dopo appena un anno per andare a una festa? Scatena vergogna e mancanza di fiducia nell’ordinamento”

“Leggiamo con profondo sdegno del permesso premio concesso addirittura per una festa di compleanno a colui che è stato riconosciuto come assassino di Francesco Della Corte e, immediato, ci invade un forte sconforto nel pensare a quale dolore ciò avrà causato ai familiari di questa Vittima del Dovere. Ma non solo. Perché da cittadini prima di tutto, e poi da persone che hanno scelto di dedicarsi alle Vittime e ai loro familiari, questa cosa sconcerta anche noi di Fervicredo. E’ davvero assurdo che, dopo appena un anno di pena, a chi si ritiene abbia ucciso una persona venga dato un ‘premio’, e secondo noi inconcepibile anche nel solco del concetto di rieducazione tipico della procedura per i minorenni. 


Monday, September 09, 2019
Fervicredo al Premio Internazionale della Bontà a Reggio Calabria

Schio: “Abbiamo consegnato questi riconoscimenti alle persone per esaltare i valori altissimi che hanno saputo incarnare”

C’era anche l’Associazione Fervicredo (Feriti e Vittime della criminalità e del Dovere) fra i protagonisti di questa edizione del Premio internazionale della bontà, tramite il quale il “Comitato della Croce di Cavarzere” (Ve) assegna un riconoscimento a chi si è distinto in attività tese all’aiuto del prossimo, nato nel lontano 2002 e diventato, grazie anche alla collaborazione delle Forze dell’ordine e di organizzazioni regionali, uno strumento per rendere note vicende di una quotidianità molto difficile e impegnativa che meritano di essere indicate come esempio. E quest’anno la manifestazione, già ospitata in molte città d’Italia, si è svolta a Reggio, a testimonianza di un legame di solidarietà e amicizia tra il Veneto e la Calabria, ed è stata dedicata a tutti i Magistrati, appartenenti alle Forze di Polizia e a tutte le Vittime della criminalità e del terrorismo, che hanno perso la vita per adempiere al loro dovere e affermare i valori universali della Legalità e Giustizia.


Saturday, July 20, 2019
Carabiniere ferito a Terni, solidarietà di Fervicredo

“Chi presta servizio in strada rischia la vita ogni istante e non ha tutele”

“Esprimiamo la nostra piena e totale solidarietà al carabiniere ferito a Terni, colpito da un criminale che gli ha sparato addosso durante un banale controllo. Mentre ci auguriamo che questo valoroso militare possa guarire al più presto e tornare alla sua vita, non possiamo non rilevare quanto atroce sia il rischio che corre chiunque presta servizio in strada per garantire ordine e sicurezza ai cittadini. Un rischio continuo, subdolo, rispetto al quale i Servitori dello Stato non sono adeguatamente tutelati, specie considerato che l’aggressività e l’imprevedibilità dichi si accanisce sugli operatori in divisa è sempre più evidente e sfacciata.


Monday, July 15, 2019
A Potenza commemorato l’Agente Scelto Francesco Tammone, Vittima del Dovere

Nella Questura di Potenza si è tenuta una cerimonia di commemorazione di Francesco Tammone, Agente Scelto della Polizia di Stato, Vittima del Dovere e Medaglia d’oro al valor civile, ucciso a 26 anni, la sera del 10 luglio 1996.

Nel giorno del tredicesimo anniversario della sua morte, il Questore di Potenza, ha presieduto la cerimonia per “il sacrificio di Tammone”, in servizio presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, che quella tragica sera, durante un servizio di controllo del territorio in un quartiere periferico del capoluogo potentino, veniva colpito a morte da alcuni colpi di pistola esplosi da un pregiudicato del posto, in regime di semilibertà. Restava così Vedova la giovane moglie Claudia, e orfana la figlioletta Stefania, di appena 2 mesi.

E ieri, 10 luglio, nell’atrio della Questura è stata deposta una corona di alloro dinanzi alla lapide intitolata al Poliziotto scomparso. Alla cerimonia hanno presenziato il Prefetto di Potenza, il Sindaco del capoluogo, il Presidente della Provincia nonché Sindaco del Comune di Albano di Lucania, paese di origine di Tammone ed i Comandanti provinciali delle Forze dell’Ordine. A ricordarlo come ogni anno i familiari, i Funzionari della Polizia di Stato della Questura e delle Specialità e tantissimi colleghi, molti dei quali ebbero modo di conoscerlo ed apprezzarlo. Presente alla cerimonia anche una delegazione dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato con il proprio  labaro. Alla deposizione è seguito un momento di preghiera officiato dal Cappellano della Polizia di Stato Padre Pietro Anastasio.


Wednesday, July 03, 2019
Il Comandante interregionale “Vittorio Veneto” dell’Arma in visita alla Fervicredo

Il Generale Bernardini: “Fate un grande lavoro”. Schio: “Un’attenzione che ci riempie di orgoglio”

Questa mattina si è recato in visita presso la sede della Fervicredo il Comandate interregionale “Vittorio Veneto” dell’Arma dei carabinieri, Generale c. a. Enzo Bernardini. L’alto ufficiale, accompagnato al proprio entourage, è stato accolto dai componenti della segreteria, con in testa il Presidente della onlus (Feriti e Vittime della criminalità e del Dovere), Mirko Schio.

“Una visita che ci ha onorati – ha commentato Schio -, in quanto testimonianza della considerazione riservataci dal Generale Bernardini, la cui straordinaria caratura personale e professionale è stata pari alla cordialità e al calore che ci ha voluto manifestare.


Monday, July 01, 2019
A Palermo cerimonia in memoria delle Vittime del Dovere della strage di Ciaculli

Si è tenuta ieri, 30 giugno, a Palermo, la cerimonia di commemorazione delle Vittime del Dovere coinvolte nella strage di Ciaculli. Alla presenza del presidente dell'Antimafia, Nicola Morra, e del componente della Commissione nazionale, Roberto Tartaglia, sono stati ricordati, in occasione del 56° anniversario, le vittime dell’attentato mafioso messo a segno con una autobomba nella borgata palermitana. Nella strage, il 30 giugno del ‘63, morirono il tenente dell'Arma Mario Malusa, il maresciallo capo Calogero Vaccaro, il carabiniere Eugenio Altomare, il carabiniere Marino Fardelli, il maresciallo della Polizia Silvio Corrao, il maresciallo dell'Esercito Pasquale Nuccio e il soldato Giorgio Ciacci. A esplodere fu una Giulietta Alfa Romeo imbottita di tritolo e parcheggiata nei pressi dell’abitazione di un parente del boss mafioso Salvatore Greco.

Presenti alla cerimonia i familiari delle vittime, autorità civili e militari, tra cui il Prefetto di Palermo, Antonella De Miro; il sindaco, Leoluca Orlando; il generale di divisione Giovanni Cataldo, comandante della legione carabinieri; il Questore, Renato Cortese; il comandante militare dell'Esercito in Sicilia, generale di divisione Claudio Minghetti; il generale di Divisione Riccardo Rapanotti, Comandante della Lesione Sicilia della Guardia di Finanza di Palermo. Dopo la cerimonia, alla presenza del vice-presidente nazionale dell'Unci Leone Zingales, familiari e autorità si sono recati nel giardino della memoria, il parco dedicato a tutti i caduti nella lotta contro la mafia, per un momento di raccoglimento in onore delle vittime della criminalità organizzata.


Monday, July 01, 2019
Carabiniere e Poliziotto accoltellati in servizio

Fervicredo: “Sacrifici non ricambiati, operatori non abbastanza tutelati. Basta frasi di solidarietà e vuoti attestati di stima, fare di più”

“Bisogna fare di più. Bisogna fare di più per tutte le donne e gli uomini del Comparto Sicurezza, i quali mantengono in piedi una democrazia che trova proprio in loro il suo punto di forza, il suo maggior valore, i suoi più fedeli Servitori. Due uomini in divisa accoltellati in due giorni in distinti servizi apparentemente ordinari, non particolarmente pericolosi, assolutamente routinari, la dicono molto lunga sui reali pericoli e sui sacrifici che questo lavoro comporta. Sacrifici non ricambiati, ma anzi troppo spesso dati per scontati, e di conseguenza operatori non abbastanza tutelati.


Monday, June 17, 2019
Carabiniere travolto e ucciso a Bergamo.

Fervicredo: “Dolore immenso, un sacrificio in nome di tutti noi. Grazie Emanuele”

“Grazie Emanuele. Grazie di esserti sacrificato ogni giorno per tutti noi, fino a rimanere Vittima del tuo Dovere al quale hai tenuto fede fino in fondo. Grazie questo Paese avrebbe dovuto dirtelo prima, continuamente, da vivo. Oggi che la tua vita è stata travolta e spezzata, a questo grazie si aggiunge anche una richiesta di perdono, perché ti sei dovuto immolare per arginare le disastrose conseguenze del comportamento assurdo, scellerato, ignobile di chi non ha saputo dare abbastanza valore alla tua esistenza e al tuo servizio da fermare la sua folle corsa”.


Sunday, June 16, 2019
Congresso nazionale dell’Associazione di Medicina legale per la Pubblica amministrazione

Il Presidente di Fervicredo fra i relatori del Congresso nazionale dell’Associazione di Medicina legale per la Pubblica amministrazione: “Tanto è stato fatto, ma tanto ancora da fare”   

L’Associazione Fervicredo (Feriti e Vittime della criminalità e del Dovere) è stata fra protagonisti dell’edizione 2019 del Congresso organizzato dall’Associazione nazionale di Medicina legale per la Pubblica amministrazione, che si è svolto ieri e oggi, 14 e 15 giugno, a Paestum sul tema “La Medicina legale della Pubblica amministrazione tra diritto e nuove esigenze delle tutele sociali”.  


Tuesday, June 11, 2019
Vigile del fuoco morto, cordoglio di Fervicredo

“Perdiamo un eroe silenzioso, ma non lo dimenticheremo e lo onoreremo sempre”   

“Esprimiamo profondo cordoglio per la morte del valoroso Vigile del Fuoco che questa notte è rimasto Vittima del proprio dovere, mentre garantiva la sicurezza di tutti. E vogliamo manifestare la nostra vicinanza ai suoi Familiari, ai suoi amici, e ai suoi colleghi. Questo è un giorno terribile, di quelli che non dovrebbero mai arrivare, ma che purtroppo invece continuano ad accadere perché tanti sono quei Servitori dello Stato che danno tutto se stessi per il bene comune, lasciando in un solo momento orribile proprio come questo il Paese molto più povero”.  


Monday, June 10, 2019
Fervicredo dopo le parole offensive verso Falcone e Borsellino in Rai

“In televisione invitare Familiari e Vittime del Dovere, e cioè chi ha davvero qualcosa di buono da dire alla collettività”

Che in circolazione ci siano purtroppo esempi di vite vissute all’insegna dell’incultura, della superficialità e della denigrazione degli esempi più positivi della nostra storia lo sappiamo bene. Ciò che ci lascia davvero basiti, però, è che certe persone vengano scelte come coloro da mandare in televisione, oltre tutto quella del servizio pubblico, a dire non si sa bene cosa di utile alla cittadinanza


Sunday, June 09, 2019
Commemorati a Roma gli Agenti Sammaro e Carretta, Vittime del Dovere

Si è tenuta oggi a Roma una commemorazione in occasione del 37 anniversario della morte degli assistenti della Polizia di Stato Franco Sammarco e Giuseppe Carretta, uccisi da un commando del gruppo terrorista dei Nuclei Armati Rivoluzionari. Il Questore di Roma, Carmine Esposito, ha deposto una corona di alloro a nome del Capo della Polizia, Prefetto Franco Gabrielli, sul cippo marmoreo posto nel luogo dell'eccidio, in via Dorando Pietri. Successivamente è stato deposto un omaggio floreale sulla lapide collocata all'interno del Commissariato di P.S. Villa Glori, dove i poliziotti prestavano servizio all'epoca dell'attentato terroristico. “Come noto - si legge in una nota - l'8 giugno 1982 un commando terrorista dei NAR, sotto la minaccia delle armi, attirò in una trappola l’autoradio del Commissariato Villa Glori e dopo aver disarmato i due poliziotti li giustiziò barbaramente con un colpo di pistola alla nuca. Per il duplice omicidio la Digos della Questura di Roma riuscì, in breve tempo, ad individuare il gruppo di fuoco e ad assicurare alla giustizia gli assassini, quattro terroristi ‘neri’. Alla cerimonia hanno partecipato i familiari delle Vittime e le Autorità Civili e Militari”.


Wednesday, May 22, 2019
Fervicredo all’intitolazione del parco di Dueville all’agente Fui, Vittima del Dovere

“Il nostro essere è servire”, con queste parole il Capo della Polizia, Franco Gabrielli, ha rimarcato il valore eccezionale della figura di Alessandro Fui, poliziotto di 27 anni ucciso da una banda di rapinatori il 13 febbraio del 1986 a Passo di Riva, durante la cerimonia di intitolazione di un parco giochi che si è tenuta oggi a Dueville in via Monte Verena/Cima Larici, non distante da dove il poliziotto trovò la morte.

“Le parole del prefetto Gabrielli sono verità, descrivono una realtà quotidiana fatta di mille sacrifici che purtroppo spesso vengono sottovalutati o dati per scontati – ha detto Mirko Schio, Presidente dell’Associazione Fervicredo (Feriti e Vittime della criminalità e del Dovere) presente alla cerimonia -. Un Servitore dello Stato lo è per sempre, lo è fino alla morte che, purtroppo, spesso arriva a causa del Dovere. E noi siamo qui oggi per testimoniare l’importanza di onorare la memoria di chi ha saputo incarnare valori altissimi, come anche di dare concreta vicinanza a chi è rimasto a scontare un prezzo altissimo del sacrificio in nome del bene comune. Il giovane agente Fui rappresenta un fulgido esempio da indicare a tuti, soprattutto ai più giovani, e questo rende ancor più appropriata la scelta di avergli dedicato un parco giochi”.    

Alla cerimonia nel Vicentino erano presenti anche il Questore della Provincia di Vicenza e le massime autorità istituzionali della Provincia, nonché i Questori e i Dirigenti dei Compartimenti delle Specialità della Polizia di Stato del Veneto.


Wednesday, May 22, 2019
Giovedì 23 maggio, a San Luca, si celebra l’anniversario della strage di Capaci e di tutte le Vittime di ogni forma di criminalità.

Fervicredo: “Lavoriamo da Nord a Sud per tenere viva la memoria dei nostri migliori esempi.”

Tutto è pronto per l’appuntamento di dopodomani a San Luca (RC), dove si svolgerà la grande manifestazione organizzata in occasione dell’anniversario della strage di Capaci anche dall’Associazione 
Fervicredo (Feriti e Vittime della criminalità e del Dovere).
“E’ una giornata in memoria di tutte le Vittime del Dovere e di ogni forma di criminalità – dice Mirko Schio, Presidente di Fervicredo -, perché il 23 maggio ormai è assurto a giorno che per il suo altissimo valore simbolico rappresenta tutte le date tragiche che hanno segnato questo Paese, che ha perso così tanti eroi in nome del bene comune. E non è certamente un caso se questa iniziativa si chiama ‘…Per ricordare!’, perché il nostro prioritario impegno, da Nord a Sud del paese, è quello di tenere viva la memoria dei nostri migliori esempi, di esaltare la dignità ed il coraggio dei loro Familiari, di promuovere la più profonda solidarietà verso chiunque ancora porti su di sé le tracce dei sacrifici compiuti in nome della Patria”.


Monday, May 20, 2019
Fervicredo all’inaugurazione della “Piazza Vittime del Dovere”

Sirolo: “Guardare sempre a chi ci ha insegnato ad essere migliori”
“La vita dei morti è riposta nel ricordo dei vivi”.
“Così recita il brocardo di un Cicerone senza tempo, ma attuale più che mai, perché ancora testimonia il dovere di ricordare l’esempio di chi ha dato tutto per gli altri, che è la nostra forza e la fonte del coraggio di essere persone e cittadini migliori. Ecco perché Fervicredo è accorsa all’invito del Comune di Sirolo per l’inaugurazione della Piazza Vittime del Dovere che, lungi dall’essere un passaggio formale, è stata la bellissima testimonianza della sensibilità di amministratori impegnati a curarsi della vera e profonda crescita civile della comunità. Un’iniziativa che speriamo possa ripetersi tante altre volte, in tanti altri luoghi di un’Italia che viva nel solco tracciato dai nostri eroi quotidiani e silenziosi”.


Thursday, May 09, 2019
Fervicredo oggi alla Camera per la Cerimonia in memoria delle Vittime del terrorismo

Schio: “Dare loro concreta solidarietà e soprattutto rendere giustizia a chi ancora l’aspetta”

C’era anche Fervicredo (Feriti e Vittime della criminalità e del Dovere), oggi a Roma, alla cerimonia in memoria delle Vittime del terrorismo e delle stragi. Ospite alla Camera dei Deputati, alla presenza delle massime cariche dello Stato, una folta delegazione dell’Associazione guidata dal Presidente, Mirko Schio, il Segretario, Paolo Petracca, e il Consigliere, Maurizio Vian, accompagnati da una decina di soci Vittime del terrorismo e Familiari.


Monday, April 22, 2019
20 anni di Fervicredo Rassegna Stampa

Raccolta articoli e comunicati "20 anni di Fervicredo"

Allegati
download

Saturday, April 20, 2019
Graduatoria unica nazionale delle Vittime del Dovere

Graduatoria unica nazionale delle Vittime del Dovere


Copyright 1999 - | FER.VI.CR.eDO. Tutti i diritti riservati